Logo Ao San Paolo
Giovedì 31 Marzo 2016
Benvenuto
PRENDERE IN CURA E INSEGNARE A CURAREVia A. Di Rudinì, 8 20142 MILANO - tel. 02/8184.1 - P. IVA 09321970965   
Curarsi con noi 
- Per le emergenze
- Specialità cliniche e servizi
- Prenotazione on-line
- Area a pagamento
- Centro salute e ascolto donne immigrate
- Giornale Aziendale
- Progetto DAMA
- Tutela del cittadino
- Privacy
- La Ricerca
- I nostri Centri di Eccellenza
- Attività Multidisciplinari
- Prontuario Terapeutico
Informazioni UtiliInformazioni Utili 
- Informazioni generali
- Dove siamo
- Orari sportelli
- Modalità di prenotazione
- Richiedi la tua
documentazione clinica

- La vita in reparto
- Numeri telefonici utili
- Servizi a Voi dedicati
- Carta dei servizi
- Carta dei Servizi Punto Nascita
- U.R.P. e U.P.T.
- Stampa & Comunicazione
- Elenco Siti tematici
Logo UrpUfficio Relazioni con il Pubblico
Ambulatorio Counseling Educazione Sanitaria
Home > Specialitą cliniche e servizi > Endoscopia Digestiva > ENDOSCOPIA DIAGNOSTICA - ILEOSCOPIA
Colonscopia e rettosigmoidoscopia diagnostica e/o operativa

Endoscopia Digestiva
ENDOSCOPIA DIAGNOSTICA - ILEOSCOPIA
Colonscopia e rettosigmoidoscopia diagnostica e/o operativa

Accertamento consigliato per la diagnosi:
Colonscopia e rettosigmoidoscopia diagnostica e/o operativa

Che cosa è?
La colonscopia e la retto-sigmoidoscopia sono esami diagnostici che consentono al medico di vedere all'interno del grosso intestino (colon). Con l'endoscopio, un lungo tubo flessibile con una telecamera in punta, si risale attraverso l'ano e si esplora tutto il colon o solo la sua parte distale (retto-sigma).

Come si svolge?
Si procede inizialmente somministrando un sedativo ed un antidolorifico per via venosa. L'esame dura in genere 15-30 minuti e provoca solitamente fastidio o modesto dolore, legato soprattutto all’aria introdotta attraverso l'endoscopio per distendere le pareti del colon. L'esame può essere meno tollerato in caso di colon molto lungo o in presenza di aderenze causate da interventi chirurgici addominali o da pregresse condizioni morbose del colon (ad esempio diverticolite) o di organi vicini. Per questa ragione, prima e durante l'esame è consigliabile che vengano somministrati farmaci sedativi o antidolorifici, per tollerare meglio la procedura.

Sebbene i moderni endoscopi consentano uno studio completo del colon in oltre il 90% dei casi, qualche volta, in presenza di un colon particolarmente lungo e convoluto o di fenomeni aderenziali, può essere problematica l'esplorazione completa. Inoltre, una non adeguata pulizia intestinale, può ostacolare o impedire il riscontro di lesioni nonostante l’esame sia correttamente eseguito (fino al 25% dei casi).
Nel corso dell’esame, il medico può ritenere opportuno prelevare piccoli frammenti di tessuto (biopsie) che vengono inviati in laboratorio per l’analisi microscopica. Il prelievo di tali frammenti è del tutto indolore e si effettua tramite l’uso di piccole pinze che vengono introdotte attraverso la sonda stessa.
La procedura permette anche di rimuovere polipi di piccole o grandi dimensioni (polipectomia o mucosectomia), che sono rilevatezze della mucosa, che è la parte di rivestimento del nostro intestino che sono per lo più di natura benigna.

Eventuali trattamenti consigliati per la guarigione o per migliorare la prognosi:

Polipectomia
Consiste nella rimozione del polipo mediante un particolare bisturi elettrico a forma di cappio che, in modo del tutto indolore, taglia il polipo bruciandone la base.
Alcuni frammenti o l'intero polipo sono successivamente recuperati per l'esame istologico.

Mucosectomia
Consiste nell’asportazione della mucosa e sottomucosa di un’area del tratto gastroenterico che presenta lesioni poco rilevate o a larga base di impianto. Per migliorare la visione ed ottenere una più accurata definizione della lesione, si utilizzano sostanze che, spruzzate sulla mucosa, la colorano. Intorno e al di sotto della lesione si inietta con un ago una soluzione che determina il sollevamento della formazione stessa e ne facilita la rimozione.

Possibili varianti nell’esecuzione
Nel caso di allergie farmacologiche o di volontà del paziente, la procedura può essere eseguita senza alcuna sedazione. In questo caso però la tolleranza alla procedura è inferiore.

Le alternative terapeutiche, a sostanziale parità di efficacia, e le ragioni che motivano l’intervento
L’alternativa all’esecuzione di un esame endoscopico è l’indagine radiologica (clisma opaco – colonscopia virtuale mediante TC) la cui sensibilità diagnostica è generalmente inferiore e che non consente l’esecuzione di biopsie. L’alternativa alla polipectomia ed alla mucosectomia è l’intervento chirurgico.

Eventuali terapie da effettuare prima della colonscopia
Nessuna in particolare (previa altra disposizione da parte del medico che la segue), eccetto la sospensione di farmaci anticoagulanti orali, talvolta sostituiti dal suo medico curante con delle iniezioni sottocutanee di eparina.

Benefici attesi
La colonscopia e la retto-sigmoidoscopia consentono una visione diretta della mucosa del colon e del retto-sigma e l’esecuzione di biopsie, con un’accuratezza diagnostica superiore a quella dell’esame radiologico. Nel corso della procedura è possibile anche l’asportazione dei polipi, che sono tumori per lo più benigni e frequenti dopo i 50 anni di età, che se non asportati possono andare incontro ad evoluzione maligna. La mucosectomia permette il trattamento radicale locale di patologie benigne, lesioni precancerose e di neoplasie in stadio precoce.

Disagi, effetti indesiderati, possibili conseguenze, possibili rischi e complicanze
La colonscopia e la retto-sigmoidoscopia sono procedure sicure. La complicanza più importante è la perforazione (la cui incidenza è inferiore ad 1 caso ogni 1.000 esami) ed è spesso legata a presenza di patologie del colon o all’asportazione di polipi e lesioni mucose. Nel caso di perforazioni durante l’asportazione di polipi è possibile trattare la perforazione stessa per via endoscopica, mentre negli altri casi è necessario un intervento chirurgico. La progressione dell’endoscopio nel colon può indurre, raramente ed in soggetti predisposti, alterazioni transitorie del ritmo cardiaco per via riflessa, che possono essere facilmente prevenute o trattate con apposita terapia.

E’ importante segnalare, prima dell’inizio dell’esame al medico esaminatore, eventuali patologie cardiache, facilità allo svenimento, allergie a farmaci e trattamento anticoagulante in corso.

Complicanze della sedazione

La sedazione può essere gravata, come qualsiasi atto medico, da rare complicanze quali:

- broncospasmo
- reazioni allergiche
- alterazione della pressione arteriosa, della frequenza e del ritmo cardiaco
- depressione respiratoria o apnea, arresto respiratorio e/o cardiaco (in alcune circostanze, se pure estremamente rare, potrebbero necessitare di manovre rianimatorie)
Occasionalmente, dopo l’esame, vi può essere dolore nel punto di iniezione o tromboflebite, che si risolve spontaneamente o con l’aiuto di pomate anti-infiammatorie.

Rischi prevedibili legati alla NON esecuzione della prestazione proposta
La non effettuazione della procedura potrebbe portare ad una diagnosi non corretta dall’eventuale patologia in atto, con possibile ritardo della terapia più appropriata.

Svantaggi nel non effettuare la sedazione

Essendo questo un esame invasivo, la sedazione permette di tollerarlo meglio, riducendone il fastidio legato alla distensione del viscere da parte dell’aria che può creare gonfiore, fastidio e dolori addominali. La somministrazione di un antidolorifico permette di diminuire il dolore dato dalla distensione del colon (simile ad una colica addominale) e dalla distensione del viscere dovuta ai movimenti dello strumento durante l’esame.

Complicanze della polipectomia
L’asportazione dei polipi comporta un rischio di sanguinamento che non supera l’1% del casi e che, nella maggior parte dei casi, si arresta spontaneamente o con tecniche endoscopiche. Il rischio aumenta se si asportano polipi voluminosi. Anche la biopsia può determinare un modesto sanguinamento.

Complicanze della mucosectomia
La più frequente è il sanguinamento che puo’ verificarsi nel 1.5% - 24% dei casi; il rischio aumenta con l’estensione dell’area di tessuto asportato. Esso può manifestarsi durante l’esame o entro le 24 ore, e può essere trattato endoscopicamente. Altre complicanze riportate sono la comparsa di dolore (1.5%), la perforazione (0.9% - 1.2%), e occasionalmente una febbre da batteriemia transitoria.

Possibili problemi di recupero
I farmaci somministrati allo scopo di tollerare meglio la procedura possono avere effetti sulla concentrazione, sull’attenzione e sui riflessi e permanere per alcune ore dopo la loro somministrazione. La durata di tali possibili effetti dipende dal tipo di farmaco, dalla dose somministrata e dalla capacità del suo organismo di metabolizzare i farmaci somministrati.
Per Sua sicurezza, nelle 24 ore dopo l’esame dovrà astenersi da:
- svolgere attività lavorative che prevedano particolare attenzione o rischi che comportino incidenti per comparsa di vertigini, mancanza di attenzione, o di coordinazione motoria;
- evitare di apporre firme su documenti legali o prendere importanti decisioni;
- evitare di guidare auto o moto;
- bere bevande alcoliche;
- assumere psicofarmaci o sedativi, a meno che non siano stati prescritti dal Suo medico.

E' inoltre sconsigliato nuotare, andare in bicicletta ed effettuare sport impegnativi per attenzione o per attività fisica pesante.
Dopo 24 ore può iniziare a svolgere qualunque tipo di attività, solo se è completamente sveglio.

Eventuali precisazioni dovute alle particolari condizioni cliniche
Se assume aspirina, farmaci anti-aggreganti piastrinici, anti-coagulanti ed anti-infiammatori non steroidei (FANS), richieda il modulo specifico con le istruzioni per la ripresa della terapia dopo la procedura.

Se dopo l’esame o nei giorni successivi dovessero insorgere disturbi che ritiene possano essere legati all’esame, è importante che contatti il Suo medico o la nostra unità al numero 02.81844273 - 4759



Torna all'elenco dei reparti


Dott. Carmelo Luigiano
Dott. Carmelo Luigiano
Per saperne di pił
-Dati generali reparto
-Endoscopia diagnostica
-Endoscopia operativa
-Settori di particolare interesse
-Informazioni utili
-Preparazione esami
-Libera professione
-Visita i nostri ambulatori
-Attivitą didattica


Logo Sied

Logo Sied

Logo pentax

Powered by Sanihelp.it - Salute e Benessere 1385 
Health Promotion Hospital
Health Promoting Hospital
Informativa sulla privacy Intranet Aziendale Admin
Admin