Logo Ao San Paolo
Giovedì 31 Marzo 2016
Benvenuto
PRENDERE IN CURA E INSEGNARE A CURAREVia A. Di Rudinì, 8 20142 MILANO - tel. 02/8184.1 - P. IVA 09321970965   
Curarsi con noi 
- Per le emergenze
- Specialità cliniche e servizi
- Prenotazione on-line
- Area a pagamento
- Centro salute e ascolto donne immigrate
- Giornale Aziendale
- Progetto DAMA
- Tutela del cittadino
- Privacy
- La Ricerca
- I nostri Centri di Eccellenza
- Attività Multidisciplinari
- Prontuario Terapeutico
Informazioni UtiliInformazioni Utili 
- Informazioni generali
- Dove siamo
- Orari sportelli
- Modalità di prenotazione
- Richiedi la tua
documentazione clinica

- La vita in reparto
- Numeri telefonici utili
- Servizi a Voi dedicati
- Carta dei servizi
- Carta dei Servizi Punto Nascita
- U.R.P. e U.P.T.
- Stampa & Comunicazione
- Elenco Siti tematici
Logo UrpUfficio Relazioni con il Pubblico
Ambulatorio Counseling Educazione Sanitaria
Home > Specialitą cliniche e servizi > Endoscopia Diagnostica > Dilatazioni

Endoscopia Diagnostica
Dilatazioni

Accertamento consigliato per la diagnosi ed il trattamento consigliato per la guarigione o per migliorare la prognosi: Posizionamento protesi metallica e/o plastica e/o dilatazione meccanica e/o pneumatica

Che cosa è?
La comparsa di difficoltà di deglutizione dei cibi, di vomito o di difficoltà di evacuazione con distensione dell'addome possono essere indice di un restringimento patologico (stenosi) dell'esofago, del piloro, del duodeno, dell'intestino o del colon-retto.

Per alcune di queste situazioni e' possibile un trattamento per via endoscopica che ha lo scopo di dilatare e/o mantenere pervio il tratto ristretto. A tale scopo si possono utilizzare delle sonde o dei palloncini che dilatano il tratto ristretto o si possono posizionare delle strutture tubulari di metallo o di plastica (endoprotesi), che hanno la funzione di dilatare e mantenere dilatato in modo permanente il tratto ristretto, ristabilendo il transito lungo il canale alimentare.

Come si svolge?
La procedura dura in genere 30-60 minuti, viene effettuata a digiuno, in regime di ricovero ospedaliero, e prevede l'utilizzo di una sedazione profonda, per cui all'endoscopista si affianca un anestesista. L'anestesista Le fornirà ulteriori informazioni in merito e Le chiederà un consenso specifico. Durante la procedura possono essere iniettati farmaci al fine di rallentare i movimenti dell'intestino e facilitare le manovre endoscopiche. Altre volte tale procedura può non richiedere l'assistenza anestesiologica e l'esame può essere effettuato in sedazione cosciente.

Una sonda con una telecamera in punta (endoscopio) viene fatta progredire fino a livello della stenosi ed attraverso il canale, che si trova all'interno dell'endoscopio, viene fatto progredire un filo guida flessibile ed atraumatico, generalmente sotto controllo radiologico. Sul filo vengono fatte progredire delle sonde di calibro crescente o dei palloncini che progressivamente dilatano il tratto ristretto. In altre situazioni si posizionano sul filo guida delle endoprotesi di metallo o di plastica, che espandendosi all'interno del tratto ristretto lo dilatano e lo mantengono dilatato. Poiché la procedura prevede l'utilizzo di raggi X, che possono nuocere al feto, tutte le donne in età fertile devono avere la certezza assoluta di non essere in gravidanza; a tal fine viene richiesto un test di gravidanza.

Le alternative terapeutiche, a sostanziale parità di efficacia, e le ragioni che motivano l'intervento
L'alternativa all'esecuzione di una dilatazione di una stenosi e/o posizionamento di una protesi viscerale è l'intervento chirurgico, quando questo è possibile, che è gravato da un maggior numero di complicanze e richiede in qualche caso la confezione di un ano artificiale cutaneo, se effettuato in condizioni di urgenza.

Eventuali terapie da effettuare prima del posizionamento protesi metallica e/o plastica e/o dilatazione meccanica e/o pneumatica
Nessuna in particolare (previa altra disposizione da parte del medico che la segue), eccetto la sospensione di farmaci anticoagulanti orali, talvolta sostituiti dal suo medico curante con delle iniezioni sottocutanee di eparina.

Benefici attesi e scopo della prestazione proposta
Il ripristino della pervietà del lume del canale digestivo permette da un lato la normalizzazione del transito nell'apparato digerente con la ripresa dell'alimentazione e dell'evacuazione, dall'altro la scomparsa della sintomatologia legata all'ostruzione (per l'esofago l'impossibilità o il fastidio alla deglutizione, per i restanti tratti dell'apparato digerente il dolore, il vomito ed il gonfiore).

Disagi, effetti indesiderati, possibili conseguenze, possibili rischi e complicanze
La dilatazione delle stenosi digestive ed il posizionamento di protesi viscerali per via endoscopica sono procedure generalmente ben tollerate, ma come per tutte le procedure mediche esistono dei limiti e alcune complicanze.

Nel 5-15% dei casi la procedura può non riuscire per situazioni anatomiche che non consentono all'endoscopio di raggiungere la stenosi o non consentono di far progredire il filo guida a valle della lesione.

Le complicanze potenzialmente più gravi nel trattamento endoscopico delle stenosi sono al perforazione e l'emorragia, che vengono riportate con un'incidenza dell'1-3%. Entrambe queste complicanze possono essere trattate con terapia medica (sondino in aspirazione e terapia antibiotica), ma in alcuni casi può essere necessario un intervento chirurgico.

A distanza è poi possibile che le endoprotesi si occludano o si deposizionino, rendendo necessario un secondo intervento endoscopico per posizionare una altra endoprotesi nel punto della stenosi.

Anche in questi casi può essere scelto in alternativa un trattamento chirurgico, se possibile.

Rischi prevedibili legati alla NON esecuzione della prestazione proposta:
La non effettuazione della procedura determina l'aggravamento della situazione occlusiva, che non può risolversi spontaneamente o con terapia medica, e la necessità di ricorrere ad un intervento chirurgico, non sempre eseguibile.

Complicanze della sedazione
La sedazione può essere gravata, come qualsiasi atto medico, da rare complicanze quali:
- broncospasmo
- reazioni allergiche
- alterazione della pressione arteriosa, della frequenza e del ritmo cardiaco
- depressione respiratoria o apnea, arresto respiratorio e/o cardiaco (in alcune circostanze, se pure estremamente rare, potrebbero necessitare di manovre rianimatorie)

Occasionalmente, dopo l'esame, vi può essere dolore nel punto di iniezione o tromboflebite, che si risolve spontaneamente o con l'aiuto di pomate anti-infiammatorie.

Svantaggi nel non effettuare la sedazione
Essendo questo un esame invasivo, la sedazione permette di tollerarlo meglio, riducendone il fastidio legato alla distensione del viscere da parte dell'aria che può creare continue eruttazioni nell'endoscopia del tratto digestivo superiore (esofago, stomaco, duodeno), e dolori addominali nel caso venga effettuata l'endoscopia del tratti digestivo inferiore (piccolo intestino, colon e retto). Nel caso dell'endoscopia del tratto digestivo inferiore può essere somministrato un antidolorifico che permette di diminuire il dolore dato dalla distensione dell'intestino (simile a quello di una colica addominale) e dalla distensione del viscere dovuta ai movimenti dello strumento durante l'esame.

Eventuali precisazioni dovute alle particolari condizioni cliniche:

Se assume aspirina, farmaci anti-aggreganti piastrinici, anti-coagulanti ed anti-infiammatori non steroidei (FANS), richieda il modulo specifico con le istruzioni per la ripresa della terapia dopo la procedura.

"Lei è comunque libero/a di non accettare quanto propostole e/o di rivolgersi ad altre strutture, sino al momento dell'effettuazione della prestazione; in tal caso sottoscriverà sul modulo che le verrà fornito e senza alcun onere, la non accettazione della procedura. In ogni caso può richiedere ulteriori informazioni telefonando al n.: 02.81844273 - 4759



Torna all'elenco dei reparti


Dott. Carmelo Luigiano
Dott. Carmelo Luigiano
Per saperne di pił
-Dati generali reparto
-Endoscopia diagnostica
-Endoscopia operativa
-Settori di particolare interesse
-Informazioni utili
-Preparazione esami
-Libera professione
-Visita i nostri ambulatori
-Attivitą didattica


Logo Sied

Logo Sied

Logo pentax

Powered by Sanihelp.it - Salute e Benessere 1406 
Health Promotion Hospital
Health Promoting Hospital
Informativa sulla privacy Intranet Aziendale Admin
Admin