Logo Ao San Paolo
Giovedì 31 Marzo 2016
Benvenuto
PRENDERE IN CURA E INSEGNARE A CURAREVia A. Di Rudinì, 8 20142 MILANO - tel. 02/8184.1 - P. IVA 09321970965   
Curarsi con noi 
- Per le emergenze
- Specialità cliniche e servizi
- Prenotazione on-line
- Area a pagamento
- Centro salute e ascolto donne immigrate
- Giornale Aziendale
- Progetto DAMA
- Tutela del cittadino
- Privacy
- La Ricerca
- I nostri Centri di Eccellenza
- Attività Multidisciplinari
- Prontuario Terapeutico
Informazioni UtiliInformazioni Utili 
- Informazioni generali
- Dove siamo
- Orari sportelli
- Modalità di prenotazione
- Richiedi la tua
documentazione clinica

- La vita in reparto
- Numeri telefonici utili
- Servizi a Voi dedicati
- Carta dei servizi
- Carta dei Servizi Punto Nascita
- U.R.P. e U.P.T.
- Stampa & Comunicazione
- Elenco Siti tematici
Logo UrpUfficio Relazioni con il Pubblico
Ambulatorio Counseling Educazione Sanitaria
Home > Specialitą cliniche e servizi > Endoscopia > LA VIDEOCAPSULA

Endoscopia
LA VIDEOCAPSULA

DI COSA SI TRATTA
Si tratta di una piccola telecamera monouso meno di 3 cm di lunghezza e larga 1, poco più di una capsula di antibiotico, costituta da un concentrato di tecnologia: una microcamera, quattro sorgenti luminose, due batterie, una radiotrasmittente ed un'antenna.


Le immagini a colori che vengono riprese dalla microcamera sono trasmesse ad un piccolo registratore, simile ad un walkman, che il paziente porta in vita (foto 1).
 
COME SI ESEGUE L'ESAME
Il paziente, a digiuno da almeno 6 ore, deglutisce la capsula (foto 2) aiutato da un sorso d'acqua.
In vita gli viene applicata una cintura che contiene il rilevatore di segnale e il registratore di immagini.
Può, quindi, uscire dall'ambulatorio e tornare a casa o al lavoro senza pensare all'esame che sta facendo (foto 3).

Già dopo 3-4 ore può anche riprendere a mangiare.
Unico accorgimento che deve avere è il tenersi lontano da campi magnetici (aeroporti, banche, supermercati dove sono presenti sistemi di controllo magnetici) che potrebbero compromettere il buon funzionamento del sistema.


Passate otto ore dall'ingestione della capsula (è il tempo di durata delle batterie), viene prelevato il supporto elettronico, su cui sono state registrate le immagini, che sarà poi letto tramite un software in grado di concentrare in soli 60 minuti le 8 ore di registrazione (foto 4).

La capsula, invece, verrà espulsa senza disturbi per via naturale.
 
QUANDO E' INDICATA
La capsula consente uno studio completo di tutto l'intestino tenue, ossia di quel tratto del canale alimentare (compreso tra duodeno e colon) che attualmente può essere raggiunto, ma solo in modo molto limitato, mediante l'enteroscopia ossia con un esame endoscopico tradizionale, e quindi, invasivo che necessita di anestesia generale.

Possono giovarsi della capsula-telecamera coloro che abbiano patologie (sanguinamenti o malattie infiammatorie) per le quali la gastroscopia e la colonscopia non abbiano dati risultati.
 
QUANDO E' CONTROINDICATA
La capsula è controindicata in pazienti che soffrono di patologie ostruttive in quanto si potrebbe bloccare in uno di questi restringimenti provocando un'occlusione.
LA VIDEOCAPSULA PUO' SOSTITUIRE LA GASTROSCOPIA E LA COLONSCOPIA?
La Videocapsula non sostituisce al momento la gastroscopia e la colonscopia ed ha un valore solo diagnostico in quanto non consente l'esecuzione di prelievi bioptici.


Torna all'elenco dei reparti


Dott. Carmelo Luigiano
Dott. Carmelo Luigiano
Per saperne di pił
-Dati generali reparto
-Endoscopia diagnostica
-Endoscopia operativa
-Settori di particolare interesse
-Informazioni utili
-Preparazione esami
-Libera professione
-Visita i nostri ambulatori
-Attivitą didattica


Logo Sied

Logo Sied

Logo pentax

Powered by Sanihelp.it - Salute e Benessere 656 
Health Promotion Hospital
Health Promoting Hospital
Informativa sulla privacy Intranet Aziendale Admin
Admin