Logo Ao San Paolo
Giovedì 31 Marzo 2016
Benvenuto
PRENDERE IN CURA E INSEGNARE A CURAREVia A. Di Rudinì, 8 20142 MILANO - tel. 02/8184.1 - P. IVA 09321970965   
Curarsi con noi 
- Per le emergenze
- Specialità cliniche e servizi
- Prenotazione on-line
- Area a pagamento
- Centro salute e ascolto donne immigrate
- Giornale Aziendale
- Progetto DAMA
- Tutela del cittadino
- Privacy
- La Ricerca
- I nostri Centri di Eccellenza
- Attività Multidisciplinari
- Prontuario Terapeutico
Informazioni UtiliInformazioni Utili 
- Informazioni generali
- Dove siamo
- Orari sportelli
- Modalità di prenotazione
- Richiedi la tua
documentazione clinica

- La vita in reparto
- Numeri telefonici utili
- Servizi a Voi dedicati
- Carta dei servizi
- Carta dei Servizi Punto Nascita
- U.R.P. e U.P.T.
- Stampa & Comunicazione
- Elenco Siti tematici
Logo UrpUfficio Relazioni con il Pubblico
Ambulatorio Counseling Educazione Sanitaria
Home > Specialitą cliniche e servizi > Oculistica > Ambulatorio per la Diagnosi e Cura del Glaucoma

Oculistica
Ambulatorio per la Diagnosi e Cura del Glaucoma

Responsabile:
Prof. Luca Rossetti

Dirigente medico:
Dott. Paolo Fogagnolo

Clinica Oculistica
stanza n. 14 – (Blocco B - 5° piano)

I nostri orari sono:
Dal lunedì al Venerdì (8.00 - 13.00  e  14.00 - 17.00), su appuntamento.

SCHEDE DI APPROFONDIMENTO PER I PAZIENTI

Cosa è il Glaucoma?
Il Glaucoma NON è un tumore. Non è una malattia incurabile.
Circa 90 milioni di persone sono affette da Glaucoma nel mondo.

Si tratta di una patologia lenta ma progressiva, caratterizzata generalmente da un aumento della pressione intraoculare, con danno a carico del nervo ottico e conseguenti ripercussioni sul campo visivo periferico che si restringe gradualmente sino alla cecità. Il glaucoma si manifesta in presenza di squilibri fra la produzione e il drenaggio del liquido oculare (umore acqueo), dovuta all'ostruzione delle vie di deflusso del liquido nel sistema venoso. Nel glaucoma ad angolo aperto si ha una ostruzione graduale dei canali di deflusso. Nel più raro glaucoma ad angolo chiuso, i sistemi di deflusso si ostruiscono invece improvvisamente. L'aumento della pressione all'interno del globo oculare comprime i piccoli vasi ematici e le fibre del nervo ottico, determinando una progressiva perdita della vista che può portare alla cecità.

Cause:
Il glaucoma è una patologia subdola e rimane silente per lungo tempo poichè quando la pressione oculare sale e distrugge il nervo ottico non ci sono sintomi ed il paziente continua a vedere bene.

Le cause sono per lo più sconosciute. Mentre sono ben noti i fattori di rischio che vanno pertanto presi in considerazione per poter diagnosticare precocemente la malattia.

I principali fattori predisponenti sono:
- età superiore a 45 anni
- razza nera
- diabete
- miopia elevata
- Ipermetropia
- episodi di aumento della pressione oculare
- storia di traumi oculari
- uso protratto di corticosteroidi

Il Glaucoma NON è una patologia ereditaria bensì ci può essere una predisposizione familiare correlata a certi fattori di rischio (ipermetropia). Ad esempio, se uno dei propri genitori ha il glaucoma, non è detto che questo venga ereditato. Mentre può essere ereditata la condizione anatomica predisponente (ipermetropia con bulbo oculare più corto).

In linea generale è possibile distinguere il Glaucoma in due grandi forme:
- Glaucoma ad angolo aperto (cronico semplice)
- Glaucoma ad angolo chiuso o stretto (acuto)

Entrambe le forme possono essere primarie o secondarie ad altre patologie oculari o sistemiche (traumi, infezioni, cataratta).

Il Glaucoma cronico semplice ad angolo aperto è la forma più diffusa (60%). La sua incidenza aumenta con l’età e colpisce solitamente entrambi gli occhi anche se in modo asimmetrico.
E’ presente un aumento della pressione oculare in presenza di un angolo irido corneale aperto. Ciò si verifica per un ostacolo al deflusso di umore acqueo attraverso il sistema di “filtraggio oculare” (trabecolato). In seguito ad un processo di invecchiamento, infatti, le maglie trabecolari progressivamente vanno incontro a sclerosi e si ostruiscono. Nelle forme secondarie, l’ostruzione avviene ad opera di pigmento irideo (glaucoma pigmentario), o di materiale esfoliativo (detriti cellulari).

Sintomi:



Gli esami diagnostici da effettuare
Il glaucoma, almeno nello stadio più precoce, non dà sintomi e quando il nervo ottico è stato danneggiato non è possibile curarlo. Per preservare la visione, quindi, si deve diagnosticare la patologia ad uno stadio precoce.

La diagnosi di glaucoma è complessa e può essere fatta solo da un medico oculista il quale si avvale di numerose indagini

Gli esami principali necessari per giungere alla diagnosi di glaucoma sono:

- La tonometria è l'esame che serve a misurare la pressione interna dell'occhio; può essere opportuno ripetere più volte durante la giornata la misurazione per avere una "curva tonometrica" cioè una descrizione dell'andamento della pressione dell'occhio durante il giorno. La tonometria si effettua applicando una pressione sulla cornea tramite contatto o soffio d'aria, viene quindi calcolata la forza necessaria ad appianare quella parte della cornea e calcolata la pressione intraoculare. L’esame NON provoca dolore. Tuttavia è necessaria una conoscenza dello spessore corneale, tramite la pachimetria, per un calcolo preciso della pressione intraoculare.





- La pachimetria è l'esame che serve a misurare lo spessore della cornea; questo parametro viene utilizzato per correggere il valore della tonometria. La cornea più spessa della norma dà valori di tonometria più alti della realtà; così come la cornea più sottile della norma dà valori di tonometria più bassi della realtà.

- La gonioscopia è l'esame che permette di osservare l'angolo irido-corneale dove si trovano le strutture preposte al “drenaggio” dell'umore acqueo; permette quindi di individuare i soggetti a rischio di glaucoma acuto e di scoprire l'eventuale presenza di anomalie nelle strutture deputate allo scarico dell'umore acqueo. L’esame è relativamente semplice da eseguire ma può essere lungo e leggermente fastidioso per il paziente.



- L'oftalmoscopia è l'esame che permette al medico oculista di osservare la testa del nervo ottico e di individuare eventuali anomalie che possano far sospettare la presenza del glaucoma



- L'esame del campo visivo è un esame computerizzato che consente di individuare alterazioni iniziali del campo visivo correlate al danno del nervo ottico.



Come si legge un campo visivo?

Vi sono poi altre indagini più sofisticate - HRT ed OCT - che servono ad analizzare le fibre nervose della retina ed il nervo ottico e che possono essere eseguite a giudizio del Medico Oculista. La loro utilità consiste nel permettere di giungere ad una diagnosi precoce della malattia e di monitorare con elevata accuratezza lo stato della papilla ottica e delle fibre nervose retiniche nel corso del follow-up.

Cosa è l’HRT 
Si tratta di una tomografia (TAC) della testa del nervo ottico con successiva rielaborazione tridimensionale computerizzata. Permette di analizzare le anomalie della papilla ottica (escavazione, dimensioni, bordo neurale, strato delle fibre nervose).
E’ un esame semplice, immediato e ben tollerato dal paziente. E’ molto utile per il follow-up (controllo periodico)



Cosa è l’OCT
Consente di analizzare le strutture retiniche (compresa la papilla ottica) attraverso “sezioni” tomografiche ad alta risoluzione del tessuto. Si tratta quindi di una TAC basata però sul principio dell’ecografia (e cioè sulla riflessione del raggio di luce laser da parte del tessuto esplorato). L’esame è pertanto INNOCUO e privo di rischi per il paziente (non vengono utilizzate radiazioni ionizzanti).
Questo esame è molto importante per ottenere una valutazione morfologica e morfometrica della papilla ottica e dello strato delle fibre nervose (che nel glaucoma diminuiscono sensibilmente).



Torna all'elenco degli ambulatori

Torna all'elenco dei reparti
prof. Luca Rossetti
prof. Luca Rossetti

Per saperne di pił
-Dati generali
-La clinica
-Attivitą di ricerca
-Equipe
-Ambulatori
-Contatti
-Pubblicazioni


Powered by Sanihelp.it - Salute e Benessere 3395 
Health Promotion Hospital
Health Promoting Hospital
Informativa sulla privacy Intranet Aziendale Admin
Admin