Logo Ao San Paolo
Giovedì 31 Marzo 2016
Benvenuto
PRENDERE IN CURA E INSEGNARE A CURAREVia A. Di Rudinì, 8 20142 MILANO - tel. 02/8184.1 - P. IVA 09321970965   
Curarsi con noi 
- Per le emergenze
- Specialità cliniche e servizi
- Prenotazione on-line
- Area a pagamento
- Centro salute e ascolto donne immigrate
- Giornale Aziendale
- Progetto DAMA
- Tutela del cittadino
- Privacy
- La Ricerca
- I nostri Centri di Eccellenza
- Attività Multidisciplinari
- Prontuario Terapeutico
Informazioni UtiliInformazioni Utili 
- Informazioni generali
- Dove siamo
- Orari sportelli
- Modalità di prenotazione
- Richiedi la tua
documentazione clinica

- La vita in reparto
- Numeri telefonici utili
- Servizi a Voi dedicati
- Carta dei servizi
- Carta dei Servizi Punto Nascita
- U.R.P. e U.P.T.
- Stampa & Comunicazione
- Elenco Siti tematici
Logo UrpUfficio Relazioni con il Pubblico
Ambulatorio Counseling Educazione Sanitaria
Home > Specialità cliniche e servizi > Otorinolaringoiatria > Chirurgia di tonsille e adenoidi (adulti e bambini)

Otorinolaringoiatria
Chirurgia di tonsille e adenoidi (adulti e bambini)

Norme generali di comportamento:
Evitare strapazzi fisici ed osservare un periodo di riposo domiciliare per almeno 2 settimane. Il riposo è necessario per i bambini, ma assume ancora maggiore importanza negli adulti, dove la frequenza dei sanguinamenti postoperatori è lievemente più frequente. Il distacco delle escare dalla ferita chirurgica avviene tra 8 e 12 giorni dall'intervento; in questi giorni è di massima importanza il rispetto delle norme di comportamento e di alimentazione, in quanto la comparsa di sanguinamenti risulta facilitata.
Nei primi due giorni dopo l'intervento: cibi liquidi o semiliquidi non caldi, ma tiepidi o freddi (latte, brodo, thè…); dalla terza giornata: alimenti liquidi semiliquidi come uova, semolino, minestrine, crema di riso, passati di verdura, frutta cotta, gelatine di frutta, ecc… Sarà quindi possibile reinserire gradualmente altri cibi morbidi come pasta e riso.
Assolutamente da evitare per almeno 12 giorni i solidi come: pane, grissini, biscotti, ecc...
Gli antiinfiammatori e gli antidolorifici (i FANS come: acido acetilsalicilico, ketoprofene, ecc) favoriscono la comparsa di emorragie: il loro uso è controindicato per almeno due settimane dall'intervento. Se compare febbre superiore a 38 o dolore importante attenersi alle prescrizioni date alla dimissione. La comparsa nei bambini di torcicollo o cervicalgia è legata alla tecnica chirurgica e non deve pertanto destare particolare preoccupazione se limitata ai primi 5-10 giorni dopo l'intervento; è possibile trattare anche questo tipo di algia con la terapia farmacologica consigliata alla dimissione.
Evitare di soffiare il naso con violenza o ripetutamente, di parlare a lungo o ad alta voce, di esporsi a lungo con il capo al sole, senza adeguata protezione. Astenersi dalla instillazione di gocce nasali non espressamente prescritte dal Chirurgo.
Sulla gola, al posto delle tonsille, si formano placche biancastre destinate a scomparire nel giro di 8-12 giorni.

Possibili problematiche:
In caso di comparsa di sangue rosso vivo nella saliva o dalle narici, ripetuta o persistente, o di febbre alta, avvertire il chirurgo o recarsi a controllo presso una struttura ospedaliera specialistica idonea. Perciò si sconsiglia di allontanarsi dai luoghi dotati di tali servizi o di intraprendere lunghi viaggi per almeno due settimane dopo l'intervento.

Torna all'elenco dei reparti
Prof. Giovanni Felisati
Prof. Giovanni Felisati
Per saperne di più
-Dati generali
-Il Personale
-Offerta sanitaria
-Aree di particolare interesse
-Informazioni utili
-Norme post operatorie
-Attività didattica e ricerca


Sentire e crescere onlus
Sentire e crescere Onlus - Aiutiamo insieme i bambini con deficit dell'udito

Centro Regionale per le Labio-Palato-Schisi
Centro Regionale per le Labio-Palato-Schisi
Powered by Sanihelp.it - Salute e Benessere 2457 
Health Promotion Hospital
Health Promoting Hospital
Informativa sulla privacy Intranet Aziendale Admin
Admin