Logo Ao San Paolo
Giovedì 31 Marzo 2016
Benvenuto
PRENDERE IN CURA E INSEGNARE A CURAREVia A. Di Rudinì, 8 20142 MILANO - tel. 02/8184.1 - P. IVA 09321970965   
Il San Paolo 
- Chi siamo
- La storia
- La nostra Mission
- Visita l'Ospedale
- Filmati Aziendali
- Giornale Aziendale
- Direzione Strategica
- Collegio dei Sindaci
- Nucleo valutazione delle prestazioni
- Organismo di vigilanza codice etico comportamentale aziendale
Informazioni UtiliInformazioni Utili 
- Informazioni generali
- Dove siamo
- Orari sportelli
- Modalità di prenotazione
- Richiedi la tua
documentazione clinica

- La vita in reparto
- Numeri telefonici utili
- Servizi a Voi dedicati
- Carta dei servizi
- Carta dei Servizi Punto Nascita
- U.R.P. e U.P.T.
- Stampa & Comunicazione
- Elenco Siti tematici
Logo UrpUfficio Relazioni con il Pubblico
Ambulatorio Counseling Educazione Sanitaria
News
Il DAMA è cambiato...ed è rimasto lo stesso
A sette anni dalla sua nascita ed a tre anni dalla fine della sperimentazione regionale, il DAMA cambia. Cambia al vertice, con il nuovo responsabile che è diventato Filippo Ghelma; cambia come allocazione, con l'attività del Day-Hospital che si è resa autonoma nella gestione, dopo anni di proficua e reciproca collaborazione con l'Unità Operativa di Medicina III diretta dal prof. Mauro Podda, senza il quale il DAMA non avrebbe potuto svilupparsi così rapidamente.
Angelo Mantovani, che insieme ad Edoardo Cernuschi ha fortemente voluto e creato una esperienza unica in Italia come il DAMA, ha lasciato le redini di questa ormai forte realtà a Filippo Ghelma, con il quale ha condiviso tutti questi anni di duro ma importante lavoro, ed ha deciso di affrontare una nuova avventura come Direttore della Divisione di Chirurgia dell'Ospedale di Melzo. Ma siamo certi, e da questo consolati, che avrà sempre più di un occhio rivolto al DAMA, nonostante i nuovi impegni. Abbiamo voluto che diventasse il Coordinatore Scientifico del DAMA, perchè potesse vigilare e intervenire per garantire a tutti i livelli istituzionali che quanto faticosamente tracciato in questi anni potrà proseguire e crescere sempre di più, perché la richiesta di assistenza delle persone con gravi disabilità nella provincia di Milano e nella Regione Lombardia è ancora molto forte e richiede tutta l'attenzione possibile. Perché DAMA non dovrà rimanere una realtà isolata, e perché è possibile creare una rete regionale di servizi analoghi che nasca dall'esperienza stessa di DAMA.
progetto damaPer questo rimane ancora molto forte la collaborazione con le Associazioni. Come la LEDHA, che sostiene DAMA con una collaborazione attiva grazie ad una convenzione con l'Ospedale San Paolo, che ci permette di garantire una speciale e particolare accoglienza alle persone disabili con i "famosi" volontari che fanno parte della nostra Équipe; come tutti quelli che ci sostengono cercando di far conoscere DAMA in altre realtà ospedaliere sia della Lombardia, sia di altre regioni, sempre sulla spinta di una necessità concreta e vera, che chiede ancora risposte altrettanto vere e concrete.
Sono circa 2700 i pazienti disabili che sono stati accolti dal DAMA in questi anni, e la richiesta è ancora elevata tanto è vero che i nuovi accessi sono almeno 20/30 al mese. Tutto questo ha reso necessario rendere l'attività di Day-Hospital, il vero "motore" del DAMA, autonoma, onde poter garantire spazi e risorse idonee. I nuovi locali di accoglienza ed assistenza si trovano al 4 Piano del Blocco A, nelle stanze 43 e 45 più la stanza 62 che sono adibite rispettivamente a locale prelievi, sala visita e locale infermieri. Il telefono della guardiola del Day-Hospital è 02.8184.3978.
Allo stesso piano rimane la segreteria del DAMA, e resteranno invariati sia il Numero Verde sia l'interno. Alcuni operatori del DAMAE' naturale prevedere qualche disagio organizzativo nella fase di avviamento, ed è altrettanto indispensabile accogliere ogni suggerimento possibile al fine di migliorare il Servizio.

Tanti sono ancora gli obiettivi che DAMA si è posto per il futuro: dalla "esportazione" del servizio stesso alla formazione del personale infermieristico, medico e volontario; dalla conclusione dei lavori della Commissione Regionale a suo tempo istituita per valutare i requisiti minimi per un DAMA in altre realtà ospedaliere, alla comunicazione, sia scientifica, attraverso Seminari e Congressi sulla disabilità, che sociale, attraverso un nuovo incontro con le Famiglie (l'ultimo è stato il 2/12/2005), le Associazioni ed altre iniziative analoghe.
Dopo tanti anni l'entusiasmo, la forza e la volontà di andare avanti in questa avventura sono rimasti gli stessi, e ancora di più il bisogno della spinta e della motivazione di chi si occupa o si vuole occupare delle persone con gravi disabilità neuromotorie ed intellettive. Per questo, il DAMA è rimasto lo stesso.

L'Équipe del DAMA
Per commenti e/o informazioni: urp@ao-sanpaolo.it

Torna all'elenco
Powered by Sanihelp.it - Salute e Benessere 350 
Health Promotion Hospital
Health Promoting Hospital
Informativa sulla privacy Intranet Aziendale Admin
Admin