Logo Ao San Paolo
Giovedì 31 Marzo 2016
Benvenuto
PRENDERE IN CURA E INSEGNARE A CURAREVia A. Di Rudinì, 8 20142 MILANO - tel. 02/8184.1 - P. IVA 09321970965   
Il San Paolo 
- Chi siamo
- La storia
- La nostra Mission
- Visita l'Ospedale
- Filmati Aziendali
- Giornale Aziendale
- Direzione Strategica
- Collegio dei Sindaci
- Nucleo valutazione delle prestazioni
- Organismo di vigilanza codice etico comportamentale aziendale
Informazioni UtiliInformazioni Utili 
- Informazioni generali
- Dove siamo
- Orari sportelli
- Modalità di prenotazione
- Richiedi la tua
documentazione clinica

- La vita in reparto
- Numeri telefonici utili
- Servizi a Voi dedicati
- Carta dei servizi
- Carta dei Servizi Punto Nascita
- U.R.P. e U.P.T.
- Stampa & Comunicazione
- Elenco Siti tematici
Logo UrpUfficio Relazioni con il Pubblico
Ambulatorio Counseling Educazione Sanitaria
News
Farmaci, un Gruppo Interregionale ne controlla sicurezza e appropriatezza
L’obiettivo è monitorare le reazioni avverse attraverso le segnalazioni di medici e farmacisti
Nasce il Gruppo Interregionale di Farmacovigilanza (GIF). Lombardia, Veneto, Sicilia e Provincia Autonoma di Trento sono stati i primi in Italia a impegnarsi in questa attività. Aumentare l'appropriatezza dei farmaci può permettere al sistema sanitario regionale di salvaguardare la salute pubblica e, nel contempo, di contenere i costi. Si tratta di monitorare il fenomeno (da cui il termine "Farmacovigilanza") predisponendo una serie di azioni che mirino a tenere sempre sotto controllo l'efficacia dei prodotti, consentendo di arginare la spesa legata ai farmaci. Il discorso, oltre ad avere ripercussioni economiche, incide infatti pesantemente anche sulla vita dei cittadini.
Studi autorevoli hanno evidenziato come l'erronea somministrazione di farmaci possa avere conseguenze importanti, spesso negative, comportando tra l'altro costi altissimi. Il 5-10% dei pazienti trattati con farmaci ha una reazione avversa; il 5-7% dei ricoveri è causato dalla reazione avversa a un farmaco: una percentuale che cresce proporzionalmente con l'aumentare dell'età e del numero dei farmaci somministrati.
È stato poi calcolato che il 3% dei pazienti ricoverati manifesta reazioni avverse ai farmaci somministrati loro durante la degenza: le conseguenze possono essere l'aumento del tempo del ricovero, sofferenza, invalidità e addirittura la morte. In America le reazioni avverse a farmaci sono indicate come una delle principali cause di morte (tra la quarta e la sesta); in Francia è stato calcolato che nel 2000 il costo di una reazione avversa è stato di 11,357 euro a posto letto.
Da questi brevi spunti emerge l'importanza di studiare le relazioni tra somministrazione di farmaci e reazioni avverse. Il GIF opera nel campo della segnalazione spontanea: medici e farmacisti inviano le segnalazioni di reazioni avverse alle ASL che, a loro volta, dopo aver inserito le informazioni in un database, che trimestralmente fornisce gli elementi di analisi e ricerca dei segnali, le inoltrano al Ministero della Salute e all'Assessorato alla Sanità delle rispettive regioni. Dopo la riorganizzazione avvenuta nel 2005, il gruppo di lavoro attivo in Regione Lombardia è passato da una funzione puramente gestionale ad una più orientata verso la programmazione e lo studio per un uso più sicuro e appropriato dei farmaci. Questa nuova linea ha avuto immediatamente ottimi risultati, divenendo punto di riferimento per le altre realtà regionali "gemelle". Va sottolineato anche lo sforzo di sensibilizzazione e informazione su un aspetto ancora piuttosto trascurato (ad esempio è attiva solo dal 2001 la rete nazionale telematica), cui si unisce il tentativo di migliorare il sistema delle segnalazioni spontanee su cui si basano i gruppi di farmacovigilanza.
Per far questo si è voluto dare a chi invia segnalazioni una costante informazione di ritorno sui segnali rilevati, che comprende un rapporto trimestrale ai settori farmaceutici delle ASL dove si dettagliano le segnalazioni inviate, un rapporto semestrale regionale commentato e un articolo riportato nel primo numero di ogni anno del bollettino di farmacovigilanza "Focus".
Va infine annotato che, accanto al collegamento con la rete nazionale, molti dei ricercatori del Gruppo Interregionale di Farmacovigilanza collaborano con società e organizzazioni internazionali, inviando i dati e i risultati dei loro rilevamenti all'Organizzazione Mondiale della Sanità (invio che a livello nazionale è sospeso dal 1997).

Direzione Generale Sanità
Regione Lombardia
Per commenti e/o informazioni: urp@ao-sanpaolo.it

Torna all'elenco
Powered by Sanihelp.it - Salute e Benessere 355 
Health Promotion Hospital
Health Promoting Hospital
Informativa sulla privacy Intranet Aziendale Admin
Admin