Logo Ao San Paolo
Giovedì 31 Marzo 2016
Benvenuto
PRENDERE IN CURA E INSEGNARE A CURAREVia A. Di Rudinì, 8 20142 MILANO - tel. 02/8184.1 - P. IVA 09321970965   
Il San Paolo 
- Chi siamo
- La storia
- La nostra Mission
- Visita l'Ospedale
- Filmati Aziendali
- Giornale Aziendale
- Direzione Strategica
- Collegio dei Sindaci
- Nucleo valutazione delle prestazioni
- Organismo di vigilanza codice etico comportamentale aziendale
Informazioni UtiliInformazioni Utili 
- Informazioni generali
- Dove siamo
- Orari sportelli
- Modalità di prenotazione
- Richiedi la tua
documentazione clinica

- La vita in reparto
- Numeri telefonici utili
- Servizi a Voi dedicati
- Carta dei servizi
- Carta dei Servizi Punto Nascita
- U.R.P. e U.P.T.
- Stampa & Comunicazione
- Elenco Siti tematici
Logo UrpUfficio Relazioni con il Pubblico
Ambulatorio Counseling Educazione Sanitaria
News
La Clinica Otorinolaringoiatrica del Polo San Paolo
L'otorinolaringoiatria, come ci dice il suo stesso nome, è la specialità che si interessa dei disturbi dell’orecchio, del naso e della gola. Il campo di interesse di questa specialità sembrerebbe già molto vasto se si interessasse solo dei disturbi che, a prima vista, coinvolgono questi tre distretti. Si calcola infatti che, soprattutto in inverno, fino al 30% delle malattie che portano il paziente a richiedere una visita del medico di famiglia riguardino la sfera otorinolaringoiatrica (raffreddore, influenza, mal di gola, otite, laringite, ecc.). Per fortuna solo una piccola parte di questi problemi clinici richiede una valutazione specialistica.
L’otorinolaringoiatra si interessa anche di malattie che, apparentemente, sfuggono alla definizione che abbiamo sopra riportato. È il caso delle vertigini (che possono dipendere da un problema dell’orecchio interno ed in particolare del labirinto posteriore), degli acufeni (fischi, ronzii o, in generale, allucinazioni uditive), di alcune cefalee (che possono dipendere da una rinosinusite cronica), delle patologie del collo (che gli otorinolaringoiatri sono abituati a trattare come conseguenza di malattie che nascono nelle cavità viscerali quali faringe e laringe).
In tutti questi ambiti l’otorinolaringoiatra affronta sia gli aspetti diagnostici che quelli di terapia, medica o chirurgica, così come le problematiche riabilitative.
Le novità degli ultimi anni sono numerosissime e riguardano principalmente l’introduzione di nuove tecnologie o la collaborazione dell’otorinolaringoiatra con specialisti di altre discipline a loro volta soggette ad aggiornamenti tecnologici.
Per rispondere alle richieste sempre più pressanti di un perfetto ripristino della funzionalità respiratoria nasale, vocale ed uditiva sono state introdotte nuove metodiche che gli specialisti dell’U.O. di Otorinolaringoiatria del San Paolo hanno affrontato fra i primi in Italia. Fra queste la chirurgia endoscopica nasale che trova indicazioni sia per le problematiche infiammatorie che neoplastiche e che ha al San Paolo uno dei Centri con maggiore esperienza in Italia e la fonochirurgia (o chirurgia della voce). Per gli acufeni è sorto al San Paolo un Ambulatorio dedicato che, in associazione con l’équipe degli psicologi, affronta le complesse problematiche diagnostiche e riabilitative di questo disturbo assai frequente.
Il miglioramento del Servizio passa anche attraverso l’integrazione con gli altri e, in questa ottica, abbiamo posto in essere collaborazioni con gli odontoiatri e con i chirurghi maxillo-facciali per la patologia sinusale da problemi dentali o da pratiche odontoiatriche (impianti dentali, chirurgia pre-protesica). Allo stesso modo dura da molti anni la collaborazione con i neurochirurghi per la chirurgia delle neoplasie della base del cranio, che possono oggi essere frequentemente affrontate con tecniche mini-invasive a basso impatto.
A questo scopo la Clinica Otorinolaringoiatrica del San Paolo si è aperta all’esterno e ha posto in essere convenzioni con l’Istituto Neurologico Besta (per la diagnostica e la chirurgia di patologie di confine), con l’Istituto Galeazzi (per la chirurgia di neoplasie della base del cranio) e con l’Istituto Stomatologico Italiano (per la chirurgia della sinusite odontogena). Queste convenzioni, apprezzate e stimolate dalla Direzione Strategica del San Paolo, hanno portato ad acquisire una casistica di oltre 350 interventi per neoplasie della base del cranio (seconda casistica in Italia per numerosità) ed oltre 50 interventi per sinusiti da complicanze di chirurgia protesica e pre-protesica (prima casistica in Italia e probabilmente nel mondo).
Alla fine il capitolo più importante e più impegnativo: le neoplasie maligne della testa e del collo. La tradizione dell’Otorinolaringoiatria milanese ha cercato, in questo campo, di coniugare la radicalità chirurgica necessaria ad ottenere i migliori risultati oncologici con il maggior risparmio possibile dei danni permanenti sia funzionali che estetici. È nato 40 anni fa a Milano, dalla mente del prof. Bocca, nostro grande maestro, lo svuotamento funzionale dei linfonodi del collo: un intervento ancora oggi praticato che evita le grandi mutilazioni un tempo costantemente praticate per asportare i linfonodi metastatici (o sospetti tali) del collo. Si è continuato su questa linea e oggi si privilegiano gli interventi parziali della laringe e la ricostruzione quanto più completa possibile delle aree demolite, per garantire la radicalità oncologica, del cavo orale, della faringe o della laringe.

prof. Giovanni Felisati - Direttore U.O. Otorinolaringoiatria


Per commenti e/o informazioni: urp@ao-sanpaolo.it

Torna all'elenco
Powered by Sanihelp.it - Salute e Benessere 404 
Health Promotion Hospital
Health Promoting Hospital
Informativa sulla privacy Intranet Aziendale Admin
Admin