Logo Ao San Paolo
Giovedì 31 Marzo 2016
Benvenuto
PRENDERE IN CURA E INSEGNARE A CURAREVia A. Di Rudinì, 8 20142 MILANO - tel. 02/8184.1 - P. IVA 09321970965   
Il San Paolo 
- Chi siamo
- La storia
- La nostra Mission
- Visita l'Ospedale
- Filmati Aziendali
- Giornale Aziendale
- Direzione Strategica
- Collegio dei Sindaci
- Nucleo valutazione delle prestazioni
- Organismo di vigilanza codice etico comportamentale aziendale
Informazioni UtiliInformazioni Utili 
- Informazioni generali
- Dove siamo
- Orari sportelli
- Modalità di prenotazione
- Richiedi la tua
documentazione clinica

- La vita in reparto
- Numeri telefonici utili
- Servizi a Voi dedicati
- Carta dei servizi
- Carta dei Servizi Punto Nascita
- U.R.P. e U.P.T.
- Stampa & Comunicazione
- Elenco Siti tematici
Logo UrpUfficio Relazioni con il Pubblico
Ambulatorio Counseling Educazione Sanitaria
News
I Dik Dik per i bimbi dei campi profughi palestinesi
Venerdý 18 aprile al teatro F. Fellini, con il patrocinio del Comune di Rozzano e dell'Azienda Ospedaliera San Paolo-Polo Universitario, si Ŕ svolto uno straordinario evento di solidarietÓ a favore dei bambini palestinesi.
La serata, organizzata da Vento di Terra Onlus e dall'Ufficio Relazioni con il Pubblico dell'A.O. San Paolo, condotta da Pietruccio Montalbetti, leader della storica band dei Dik Dik, ha ripercorso l'epopea rock proponendo un collage vibrante e colorato dei migliori pezzi del repertorio degli anni '60 e '70. Nonostante la pioggia, si registrava la presenza di 250 spettatori, che rispondevano entusiasticamente alle sollecitazioni del palco. Agli organizzatori Ŕ giunto gradito il messaggio del dott. Carlo Corti, Responsabile dei progetti internazionali per la Regione Lombardia: "Sono onorato di salutare, anche a nome dell'assessorato alla sanitÓ, gli amici del San Paolo ed i grandi Dik Dik, e tutti i convenuti.
La serata da voi organizzata Ŕ un dono nel dono: offrite qui buona musica mentre state offrendo un futuro a tanti bambini di una piccola quanto importantissima area di questo nostro pianeta, che sembra concentrare, come in un microcosmo, tanta parte delle sfide che l'umanitÓ ha oggi di fronte a sŔ.
Il pensiero corre alla recente missione di Regione Lombardia guidata colÓ dal Presidente Formigoni e dall'Assessore Bresciani, volta in particolare proprio a rilanciare la cooperazione nel fondamentale settore della salute con entrambi i popoli di quella terra. GiÓ ora, del resto, progetti nel campo della neonatologia e della riabilitazione vedono un impegno della Regione presso localitÓ che hanno per molti di noi un significato assolutamente straordinario: Betlemme e Nazaret.
La societÓ lombarda ed il sistema sanitario che essa esprime, e tutti voi siete lo state dimostrando ancora una volta, si sentono dunque realmente vicini a quell'angolo del mondo ed ai suoi abitanti, e sanno tradurre questo sentimento in capacitÓ di iniziativa. Grazie e auguri a tutti, specialmente ai bambini palestinesi e alle loro famiglie!"
I Dik Dik confermavano il loro impegno sul fronte della solidarietÓ e, in particolare, la sensibilitÓ nei confronti delle principali vittime dei conflitti: i bambini, divenendo "testimonial" del progetto sanitario presentato durante la serata.
Al problema delle condizioni dei minori Ŕ da tempo sensibile la Direzione dell'Ospedale San Paolo che, nella persona del Direttore Generale dott. Giuseppe Catarisano, nel dicembre dello scorso anno, siglava una convenzione con il Ministero della Salute Palestinese, con l'Associazione dei Medici di Gerusalemme e con Vento di Terra Onlus di Rozzano.

La convenzione, coordinata dal dott. Roberto Rossi, Responsabile dell'Ufficio Relazioni con il Pubblico dell'Azienda Ospedaliera San Paolo, intende attivare un canale diretto con i servizi sanitari locali, mirando a migliorarne il livello qualitativo. Anche grazie alla raccolta fondi, sarÓ possibile realizzare concretamente il programma nei prossimi mesi. L'Ospedale San Paolo ospiterÓ i medici palestinesi presso i propri reparti, dando loro la possibilitÓ di seguire training specialistici, da sviluppare poi a distanza. In casi particolarmente gravi, Ŕ previsto il trattamento dei minori presso le strutture lombarde. Nel prossimo luglio, una delegazione proveniente da Gerusalem-me, parteciperÓ al Campo della Pace, campo estivo italo- palestinese che da quattro anni si svolge a Rozzano.
14 ragazzi e ragazze saranno sottoposti a una visita approfondita da parte del personale del Reparto Pediatrico dell'Ospedale San Paolo; due di loro, che necessitano di cure, saranno seguiti poi a distanza. L'intervento sanitario rappresenta uno sviluppo del progetto educativo promosso da Vento di Terra Onlus.
L'Associazione, con il sostegno di una rete di enti locali ed altre associazioni comprendente le Province di Milano e Cremona, e dell'Onlus Fonte di Speranza opera nei Campi profughi di Shu'fat e Kalandia, nei pressi di Gerusalemme est. FinalitÓ dell'intervento Ŕ restituire il "diritto all'infanzia" a ragazzi segnati dal protrarsi del conflitto. A Shu'fat, che rappresenta la realtÓ pi¨ disagiata, vivono 25 mila persone su di una superficie di poco pi¨ di 1 Km2.
Le condizioni di vita sono peggiorate drasticamente negli ultimi anni con la costruzione del muro di separazione, che ora cinge a goccia il campo. Tra i minori, che rappresentano un terzo della popolazione, si segnala un incremento delle infezioni intestinali, delle affezioni respiratorie e dei problemi psicologici. Nei campi profughi si registra un preoccupante aumento della mortalitÓ infantile e un minore su tre risulta malnutrito.
Il progetto "Crescere in pace" gestisce due centri giovani e alcuni microprogetti, che coinvolgono oltre 400 ragazzi e le loro famiglie. Ringraziamo il prof. Marcello Giovannini, Direttore del Dipartimento Materno Infantile dell'A.O. San Paolo, tutti i Direttori, in particolare delle UnitÓ Operative di Chirurgia Maxillo-Facciale, Oculistica, Otorino-laringoiatria, DAMA, Nefrologia e Dialisi ed del Centro Regionale per l'Epilessia per la sensibilitÓ e disponibilitÓ dimostrata al progetto.
Auspichiamo infine il ritorno della pace e che i bambini, di tutto il mondo, non debbano pi¨ soffrire le conseguenze di un conflitto e ricomincino a giocare insieme.

dott. Massimo Annibale Rossi - Associazione "Vento di Terra" Onlus - Rozzano (MI)

Per commenti e/o informazioni: urp@ao-sanpaolo.it

Torna all'elenco
Powered by Sanihelp.it - Salute e Benessere 619 
Health Promotion Hospital
Health Promoting Hospital
Informativa sulla privacy Intranet Aziendale Admin
Admin