Logo Ao San Paolo
Giovedì 31 Marzo 2016
Benvenuto
PRENDERE IN CURA E INSEGNARE A CURAREVia A. Di Rudinì, 8 20142 MILANO - tel. 02/8184.1 - P. IVA 09321970965   
Il San Paolo 
- Chi siamo
- La storia
- La nostra Mission
- Visita l'Ospedale
- Filmati Aziendali
- Giornale Aziendale
- Direzione Strategica
- Collegio dei Sindaci
- Nucleo valutazione delle prestazioni
- Organismo di vigilanza codice etico comportamentale aziendale
Informazioni UtiliInformazioni Utili 
- Informazioni generali
- Dove siamo
- Orari sportelli
- Modalità di prenotazione
- Richiedi la tua
documentazione clinica

- La vita in reparto
- Numeri telefonici utili
- Servizi a Voi dedicati
- Carta dei servizi
- Carta dei Servizi Punto Nascita
- U.R.P. e U.P.T.
- Stampa & Comunicazione
- Elenco Siti tematici
Logo UrpUfficio Relazioni con il Pubblico
Ambulatorio Counseling Educazione Sanitaria
News
UNA STRUTTURA "MATURA"
Trent’anni sono tanti, hanno conseguenzesu chiunque! Ma oggi ci sonomille trucchi per farli pesare meno sulproprio corpo: ginnastica, interventicorrettivi, cura del look, protesi e sostituzionedi pezzi …Non è da meno il nostro Ospedale, cheormai da anni si sta dando da fare (lui,ma soprattutto i suoi amministratori etecnici) per stare al passo coi tempi,svecchiarsi, ovviare ai cedimenti strutturali,aggiornarsi laddove la tecnologiaavanza.

E così facendo allieta i suoi pazienti edil personale interno con trasferimenti diattività, deviazioni nei percorsi, inopportuniquanto normali disagi dovuti a problemiimpiantistici, rumori molesti, infiltrazionid’acqua, incidenti di vario genereed entità. Spesso tra chi porta avantitutta questa mole di lavoro e disagicorrelati, ci si dice: “I pazienti delloospedale ... sono un po’ un impedimentoper mandare avanti i cantieri!”Ma è normale, anche quando ci si fa unlifting si va incontro ad alcuni disagi, piùo meno prevedibili …A fronte di questi disagi, però, la facciadel San Paolo sta veramente cambiando.Alle volte più visibilmente, altre inaspetti meno visibili ma sostanziali dalpunto di vista impiantistico.Gli interventi di ristrutturazione vera epropria sono cominciati alla fine deglianni ’90, in quanto prima era ancora lacostruzione iniziale a dover essere finita:come ogni ospedale che si rispetti,la cui “gestazione” e messa in funzionerichiede spesso numerosi anni, il SanPaolo è stato definitivamente completato(nelle sue parti sanitarie, dato che ilblocco centrale, destinato all’Università,ha avuto tempi di ultimazione ancorapiù lunghi) solo nei primi anni ’90.Per un breve decennio l’Ospedale havissuto la sua vita di struttura nuova,bisognosa solo di interventi di manutenzione,e poi è cominciato il rinnovo,ancora in piena attività oggi.

Per dare un’idea di quanto è stato fattodal 2000 in poi, ecco una sintetica carrellatadegli interventi maggiori realizzati(sotto riportata), divisi secondo latipologia di intervento: interventi correttivie migliorativi (adeguamenti permessa a norma o aggiornamento impiantistico),lifting (ristrutturazioni peravviamento nuove attività o trasferimentiper ottimizzazione spazi), protesied ausili (adeguamenti per installazionedi nuove tecnologie), cambio di look(miglioramento qualità dell’accoglienzae comfort ambientale), ginnastica(manutenzione ordinaria).













LIFTING
Si tratta di progetti di ristrutturazioneglobale di un settore o reparto, al fine diospitare attività nuove o già presentinella struttura ma che hanno bisogno diun ampliamento.Sono interventi maggiori che comportanolavori strutturali ed impiantistici, l’installazionedi nuove apparecchiature edarredi, la realizzazione di interventidecorativi; i cantieri durano da un minimodi 4 mesi ad un massimo di alcunianni, a seconda dell’entità dell’interventoe degli incidenti di percorso che siproducono (tipo fallimento dell’impresaappaltatrice, entrata in vigore di nuovenorme e necessità di adeguamento,modifiche in corso d’opera, ecc.).Alcuni interventi riguardano struttureesterne all’area ospedaliera, che solitamenteospitano ambulatori o attivitàvarie legate alla psichiatria.

REALIZZAZIONE REPARTO DI MEDICINAPENITENZIARIA.REALIZZAZIONE EDIFICIO NUOVAFARMACIA necessario per supportarel’aumento dell’attività e soprattutto dellequantità di farmaci da stoccare / distribuiregiornalmente.
REALIZZAZIONE REPARTO DI NEUROPSICHIATRIAINFANTILE: nuova attivitàche comprende stanze di Day Hospital,ambulatori, spazi per i colloqui terapeutici esale giochi per i bambini, spazi di supporto.
RISTRUTTURAZIONE BLOCCO PARTOsulla base dei nuovi concetti di parto nonmedicalizzato ed umanizzato.
REALIZZAZIONE AMBULATORI DIPNEUMOLOGIA E CENTRO ANTIFUMO:nuovi spazi dedicati alle attività, comprensividi sale diagnostiche specifiche e palestraper terapia di riabilitazione respiratoria.
TRASFERIMENTO LABORATORIO DICITOGENETICA in nuovi spazi più ampi especificamente attrezzati per tale attività,anche al fine di dare maggior agio alle altreattività dell’Anatomia Patologica.
TRASFERIMENTO DEL CENTRO PRELIEVIal fine di collocarlo in posizione piùidonea (all’ingresso dei poliambulatori) e dioffrire spazi più adeguati per l’attesa per gli elevati flussi di pazienti nelle ore di prelievo.
TRASFERIMENTO LABORATORIO D’URGENZAper accorparlo ai Laboratori d’analisi,creando sinergie di apparecchiature e personale,oltre a consentire l’installazione di nuoveapparecchiature automatizzate per gli esami diroutine.
SISTEMAZIONE AREA ESTERNA NUOVAFARMACIA CON ALLESTIMENTO PARCHEGGIAUTO E MOTO.REALIZZAZIONE CASCINA CANTALUPA:comunità protetta per pazienti psichiatrici(struttura esterna al Presidio).
REALIZZAZIONE REPARTO DI LIBERAPROFESSIONE, per offrire ai pazienti in regimedi solvenza camere e spazi di supportoadeguati. Attualmente ospita l’attività di degenzaoncologica.
REALIZZAZIONE REPARTO INFETTIVI:nuova attività, comprensiva di ambulatori, 5posti di Day Hospital e 15 di Degenza, studimedici e spazi di supporto.
ADEGUAMENTO LABORATORIO ANALISIPER ATTIVITA’ INFETTIVI: creazionesettore protetto per le analisi dei campioniprovenienti da pazienti infetti.
REALIZZAZIONE SETTORE MORTUARIOPROVVISORIO in cui trasferire l’attivitàdurante i lavori di ristrutturazione per l’attività degli Infettivi.
RISTRUTTURAZIONE SETTOREMORTUARIO (SALA AUTOPTICA ECAMERE ARDENTI) PER ATTIVITA’INFETTIVI: adeguamento strutturale edimpiantistico volto al trattamento dellesalme infette, al miglioramento nelle camereardenti, dell’accoglienza per i congiuntidei defunti.
REALIZZAZIONE CENTRO DI PROCREAZIONEMEDICALMENTE ASSISTITA(lavori in corso).
RISTRUTTURAZIONE AMBULATORIDI ENDOSCOPIA per ampliamento attività(lavori in corso).

CAMBIO DI LOOK
Questi interventi sono volti a migliorarel’immagine dell’ospedale, la qualitàambientale dei suoi spazi, il comfort dipazienti e dipendenti.Sono gli interventi più difficili da portareavanti, in quanto non vi sono normené necessità strutturali che imponganoil miglioramento, ma solo la consapevolezzache la qualità dell’accoglienzaed il benessere di utenti edoperatori si ottengano anche offrendospazi armonici, stimolanti e curati neidettagli.

Negli ultimi anni ci si è focalizzatimaggiormente su questo tipo di interventi,riuscendo a concludere i seguentiprogetti:
REALIZZAZIONE BANCO RECEPTIONALL’INGRESSO DEI POLIAMBULATORIper l’orientamento ai pazienti.
REALIZZAZIONE PIANO COLOREPER IL BLOCCO A con introduzione diarmonie di colori specifiche per ogni piano,in un’ottica di distinzione dei piani e deireparti, di armonizzazione tra i diversi elementicolorati presenti (pavimenti, muri,infissi, corrimano, ecc.).
RINNOVO PAVIMENTAZIONI ATRIOBLOCCO A con applicazione del pianocolore e disegni a pavimento, al fine dimigliorare la qualità ambientale e l’impattopercettivo degli ingressi ai reparti.
RINNOVO SEDUTE PER L’ATTESA INALCUNI ATRI DEI BLOCCHI A E B.RISTRUTTURAZIONI BAGNI PER ILPUBBLICO E REALIZZAZIONE BAGNODISABILI NELL’ATRIO D’INGRESSO.RIQUALIFICAZIONE CAMERE SOLVENTINEI REPARTI, tramite rifacimentodei bagni, adeguamento impianti elettrici perpoter installare letti elettrici e comodini confrigorifero, rinnovo arredi.
REALIZZAZIONE NUOVO SPORTELLOBANCOMAT NELL’ATRIO D’INGRESSO.INSTALLAZIONE DISTRIBUTORIAUTOMATICI DI BEVANDE/ALIMENTI permigliorare il comfort degli utenti nelle aree diattesa e di degenza.
REALIZZAZIONE PARCHEGGIOESTERNO PER I DIPENDENTI (lavori incorso).

PROTESI ED AUSILI
L’aggiornamento tecnologico è essenzialeper mantenere l’ospedale al passocoi tempi, tanto nella diagnosi che nellacura delle patologie, e negli ultimi trentaanni la tecnologia ha rivoluzionato lamedicina, consentendo livelli di dettaglioed approfondimento delle questioni,nonché di intervento non invasivo,assolutamente eccezionali.

Questi settori negli ultimi quasi 10 anni,sono stati dotati di apparecchiature dinuova generazione, installate dopo ildovuto adeguamento/rinnovamentodegli spazi.
LITOTRISSIA UROLOGICA: creazionesettore dedicato ed installazione nuova apparecchiatura.
EMODINAMICA: ristrutturazione completalocali per installazione nuova apparecchiatura.
TAC PRONTO SOCCORSO E RADIOLOGIA:ristrutturazione completa locali perinstallazione nuova apparecchiatura.
ANGIOGRAFIA: ristrutturazione completalocali per installazione nuova apparecchiatura.
GAMMA CAMERE (2): ristrutturazionecompleta locali per installazione nuoveapparecchiature.
MAMMOGRAFO: riqualificazione locali edinstallazione di nuova apparecchiatura.
RADIOLOGICI DIGITALI: riqualificazionelocali ed installazione di nuove apparecchiature.
ATTREZZATURE SALE OPERATORIE(lampade scialitiche, pensili per anestesia,lavaferri ed autoclavi): riqualificazione localied installazione di nuove attrezzature.

INTERVENTI CORRETTIVIE MIGLIORATIVI
Si tratta degli interventi maggiori effettuatiper adeguare tecnologicamenteanche “l’hardware” dell’ospedale, cioè isuoi impianti principali e la sua strutturanegli aspetti di sicurezza.
REALIZZAZIONE FILTRI ANTINCENDIOBLOCCO A per il progressivo adeguamentodell’Ospedale alla normativa di prevenzioneincendi.
RIQUALIFICAZIONE DELLE CENTRALITERMICHE E DEGLI IMPIANTI PER LAPRODUZIONE DI VAPORE al fine di migliorarela resa degli impianti e rispondere alfabbisogno di caldo/freddo nella struttura.
RIQUALIFICAZIONE CABINE ELETTRICHEper adeguarsi all’incremento di assorbimentoelettrico generato dall’uso sempre piùintensivo di apparecchiature e computer.
RIQUALIFICAZIONE E/O SOSTITUZIONEDI 20 UNITA’ DI TRATTAMENTO ARIAdestinate al ricambio dell’aria in tutti i localidell’ospedale.
ADEGUAMENTO PARAPETTI ESTERNIA NUOVE NORMATIVE.MESSA IN SICUREZZA ANTICADUTADEI BALCONCINI DI PIANO BLOCCHI A EB.IMPIANTO DI COGENERAZIONE per laproduzione in proprio di energia elettrica e direcupero di energia termica prodotta.
REALIZZAZIONE NUOVA SCALA EMERGENZAE MONTALETTIGHE ANTINCENDIOBLOCCO A in adeguamento alla normativadi prevenzione incendi.
RIQUALIFICAZIONE ED ADEGUAMENTINORMATIVI IMPIANTO GAS MEDICINALIBLOCCO A.

GINNASTICA
Oltre a tutti questi interventi, oggetto diprogettazioni specifiche, vi sono i trasferimentidi attività da un settore all’altro(dovuti ad accorpamenti, ampliamenti oviceversa diminuzioni di attività, nuove collocazioni più adeguate, necessità diliberare spazi in conseguenza dei cantierirelativi ai progetti di cui sopra) chehanno generato lavori di ripristino edadeguamento degli spazi, dando vita areparti non modificati ma sicuramente“rinfrescati”.

Al tempo stesso, le manutenzioni ordinarieed il rinnovo periodico delle circa 4.000apparecchiature presenti, tengono in eserciziol’ospedale in modo che il passare deltempo non intacchi la sua funzionalitàquotidiana.

arch. Eva Bellini - U.O.T.P. - Progetti e Umanizzazione - geom. Mario Ducci Responsabile U.O.T.P. - Ingegneria Clinica

Per commenti e/o informazioni: urp@ao-sanpaolo.it

Torna all'elenco
Powered by Sanihelp.it - Salute e Benessere 991 
Health Promotion Hospital
Health Promoting Hospital
Informativa sulla privacy Intranet Aziendale Admin
Admin